Disturbi e Trattamenti
terapeutici mirati

Osteo: dal greco ostéon=osso; Pata: dal greco pathos=sofferenza

“L’osteopatia è un fondato e riconosciuto sistema di diagnosi e trattamento, che pone la sua principale enfasi sull’integrità strutturale e funzionale del corpo. L’osteopatia riconosce che molti dolori, invalidità e danni causati dalla malattia, originano da abnormalità della funzione della struttura corporea”.

Disturbi e Trattamenti
Lesione Meniscale

I menischi sono strutture fibrocartilaginee interposte tra i condili del femore e la tibia; questa strutture hanno una forma a C le cui due estremità si chiamano corna mentre la parte di mezzo di chiama corpo. Il ginocchio è formato da due menischi, quello mediale, interno, è il più largo, mentre quello laterale, esterno, è più piccolo e tondo. 

I menischi hanno diverse funzioni: 

-aumentano la congruenza delle superfici articolari

-lubrificano l’articolazione tramite la distribuzione di liquido sinoviale all’interno della capsula

-creano una stabilità nel movimento di flesso estensione

-costituisco un blocco meccanico al movimento di rotazione 

-ammortizzano gli urti. 

 

Quando traumatiche, le lesioni dei menischi raramente sono isolate, spesso sono infatti associate a lesioni di altre strutture del ginocchio quali i legamenti collaterali mediale e laterale ed il legamento crociato anteriore. Se isolate, le lesioni al menisco derivano spesso da microtraumi ripetuti i quali portano a degenerazione della struttura.

Le lesioni meniscali devono essere differenziate a seconda che colpiscano le corna/il corpo ed a seconda che riguardino la parte più esterna e vascolarizzata della C, piuttosto che quella più interna e non vascolarizzata; le lesioni più frequentemente avvengono nel menisco mediale in quanto più fisso e rigido, colpiscono soprattutto la porzione posteriore, possono rimanere isolate su di essa od estendersi fino al corpo della C.

Esistono diversi tipi di lesione, i due macro gruppi sono:

-lesioni chiusetendenzialmente non creano problemi di funzionalità al ginocchio, raramente vengono operate a meno che non ci sia una necessità sportiva.

-lesioni aperte queste richiedono l’operazione chirurgica in quanto fastidiose se non trattate; alcuni esempi di lesione aperta sono quella a “manico di secchio”, la quale impedisce l’estensione completa della gamba, a “becco di pappagallo” e di tipo “flap”. 

Trattamento medico

Per le lesioni chiuse od in attesa dell’operazione, si procede con il protocollo R.I.C.E. (rest, ice, compression and elevation); il ginocchio deve essere immobilizzato, messo a riposo, elevato per migliorare il drenaggio del ristagno dei liquidi capsulari ed infiammatori e sottoposto ad una terapia con il ghiaccio per alleviare il dolore e ridurre il gonfiore. Sotto direzione medica si possono assumere FANS in modo da sfiammare l’articolazione e calmare la sintomatologia.

 

Per le lesioni aperte si può procedere in tre modi: 

-suturazione tramite artroscopiavalida per le lesioni longitudinali per lo più sul bordo esterno.

-meniscectomia parziale, subtotale e totaleper lesioni presenti sul bordo interno, l’intervento e la ripresa sono più lunghi; la migliore è la meniscectomia parziale.

-trapianto meniscale può essere effettuato tramite autoinnesti, alloinnesti o scaffold protesici. 

 

Trattamento osteopatico

Compito principale del professionista è ricercare un’armonia strutturale tra l’articolazione in disfunzione ed il resto del corpo, l’osteopata va quindi a ricercare interferenze sopra e sotto il ginocchio che possano portare al sovraccarico della regione.

L’osteopata, tramite tecniche articolatorie, ripristina poi elasticità alle parti molli ed ai legamenti rotulei i quali traggono rapporti con i menischi; mediante tecniche di rilascio muscolare e di fibro lisi libera la rotula e il legamento rotuleo da eventuali impedimenti di libertà nel movimento determinati da un deficit di lunghezza (e da aderenze che ne alterano la corretta meccanica) del muscolo quadricipite nella parte anteriore e del muscolo gastrocnemio nella parte posteriore. 

L’approccio osteopatico è per chi non necessita l’intervento chirurgico e per chi sta recuperando la funzionalità del ginocchio post intervento.

Soffri di Lesione Meniscale?
Richiedi informazioni